The Beauty Sleep

La Holly di colazione da Tiffany (interpretata da un’iconica Audrey Hepburn) insegna che non bisogna mai rinunciare al “Beauty Sleep” ovvero al sonno della bellezza.

Ma davvero il riposo aiuta la nostra forma fisica e la nostra bellezza? Davvero mentre noi dormiamo possiamo ottenere risultati utili a migliorare la nostra pelle e il nostro corpo?

Perché l’estetista ci consiglia di applicare dei prodotti specifici per la sera diversi da quelli usati di giorno?

 
Beauty Sleep

Un meccanismo antico e delicato

Se l’alternarsi delle stagioni generano delle necessità ben specifiche nel nostro corpo (l’inverno ad esempio è la stagione della depurazione) il momento del riposo ha un meccanismo specifico stabilito nel processo evolutivo per la salute dell’organismo che si ripete puntuale ogni giorno dal momento in cui nasciamo.

Il ciclo veglia-sonno ha delle regole ben precise che si sono stabilizzate nel corso dei millenni e rappresenta per l’uomo un meccanismo di riequilibrio metabolico e psichico.

Con la modernità l’uomo ha scelto sempre più di sacrificarlo in nome dei ritmi frenetici sia lavorativi che famigliari.
Questa alterazione del riposo in termini di durata, riduzione, qualità ha degli effetti che sono oggetto di studio da parte della comunità

scientifica per quanto riguarda la vita psichica e i sistemi metabolici e immunitari delle persone dal momento che il corpo manifesta questa privazione con aumento di peso, un aspetto stanco, un viso segnato, nervosismo e maggior propensione a virus e infiammazioni.

Nel 2017 il premio Nobel in fisiologia e medicina è stato vinto da tre ricercatori (Hall, Rosbash, Young) che hanno condotto uno studio sui meccanismi molecolari che controllano i ritmi circadiani regolati dal sistema endocrino.

 

Il ritmo circadiano è un ciclo naturale che ha mantenuto nel tempo le nostre modalità di sonno coincidenti con l’esposizione alla luce. Il sonno infatti è l’interruttore che accende una delicata cascata di produzione ormonale guidata da un catalizzatore metabolico che è la melatonina, un ormone prodotto da una piccola ghiandola del cervello (ghiandola pineale n.d.r). I livelli di melatonina sono legati alle variazioni naturali di luce.

La melatonina aumenta, al tramonto e quando dormiamo, per permettere al nostro corpo di mettersi in una situazione in cui il sistema immunitario è in grado di combattere virus e infezioni influenzali mentre organi e apparati si rigenerano contrastando l’attività dei radicali liberi che ci attaccano ogni giorno.

Al contrario, sempre in tema di ormoni, è stato dimostrato che la privazione del riposo favorisce la produzione del CORTISOLO, detto anche “ormone dello stress”. Questo ormone è direttamente responsabile dell’infiammazione silente del corpo e dell’invecchiamento precoce della pelle

quando prodotto nel momento sbagliato della giornata. Il cortisolo infatti deve essere alto al mattino per darci energia,concentrazione e capacità di gestire le piccole difficoltà quotidiane e deve via via abbassarsi a fine giornata.

Con il procedere del giorno i livelli di melatonina dovrebbero aumentare e quelli di cortisolo

abbassarsi. È questo meccanismo che ci permette di essere vigili o assonnati nei momenti giusti.
Se stressiamo il nostro sistema stando svegli fino a tardi o dormendo poco interrompiamo il nostro ciclo circadiano. È questo ciclo che fa si che all’innalzamento del cortisolo corrisponda un abbassamento della melatonina e viceversa.

La cosa ironica è che una cosa cosi naturale, come dovrebbe essere dormire, è diventata una cosa così difficile al punto che la società produttiva di oggi

ha fatto nascere un business sulle sostanze rilassanti che dovrebbero aiutarci a dormire meglio.

Se vuoi aiutare il naturale ciclo circadiano e aiutare la normale produzione di cortisolo e melatonina ed evitare cosi tutte le conseguenze negative che si riflettono sul tuo corpo e la tua pelle ecco un vademecum di azioni da impostare durante la giornata con un occhio di riguardo la sera.

La dura verità: se dormi poco invecchi e ingrassi

Sono tanti gli studi che rilevano correlazioni tra il dormire poco e male e il rischio di sviluppare patologie croniche come obesità, il diabete di tipo 2 e patologie cardiovascolari. Ad esempio cicli di sonno inferiori a 6 ore aumentano l’infiammazione cronica di basso grado (quella di cui ho parlato nel numero 9 del nostro Beauty Magazine), determinando la predisposizione ad una minore tolleranza ai carboidrati con un conseguente aumento della resistenza dell’insulina, un calo della libido e un progressivo abbassamento della produzione degli ormoni sessuali.

Tradotto in parole povere dormire poco ci fa desiderare di meno il partner e ci fa desiderare cibi ricchi di carboidrati. Un’ assunzione di cibo superiore ai bisogni energetici determina dei cambiamenti negativi nella regolazione dell’appetito. In questo modo si compromette la capacità del tuo corpo di tollerare il surplus calorico e la tua linea si appesantisce perché aumenta la massa grassa e il tessuto adiposo.

L’importanza della routine serale per la tua salute

I rituali aiutano perché da sempre il corpo funziona bene con la costanza. La routine supporta un regolare svolgimento delle cascate ormonali.

Ecco alcuni consigli per instaurare delle routine virtuose:

1) favorisci la regolarità del ritmo sonno-veglia, mantenendo costanti sia l’ora in cui ti corichi che quella in cui ti svegli, a prescindere alla qualità del sonno nella notte precedente e/o dall’essere in un periodo di vacanza;

 2) limita l’uso della camera da letto esclusivamente al sonno, evitando di utilizzarla per mangiare, leggere, lavorare o guardare la televisione ecc.;

3) crea il clima giusto nella stanza prima di andare a dormire: una stanza troppo riscaldata non solo è controproducente rispetto alla qualità del sonno, ma può contribuire a creare gonfiori e borse sotto agli occhi.

4) evita di fare esercizio fisico impegnativo nelle ore immediatamente precedenti l’addormentamento (dopo le 19) perché tende ad evitare il fisiologico abbassamento della temperatura corporea in concomitanza con le ore notturne. L’unica attività extra consigliata è quella sessuale che ha una risposta ormonale completamente diversa ( e per favorirla ti consiglio di leggere lo speciale “coppia” preparato per te);

5) evita attività troppo impegnative o letture o spettacoli emotivamente impattanti;

 

“FORSE NON SAI CHE”:   I MARCATEMPO

Le discussioni , l’eccessiva esposizione alle brutte notizie , l’uso dei dispositivi prima di andare a dormire o  fare attività sportiva serale, sono tutti fattori definiti zeitgebers, ovvero dei marcatempo.

I marcatempo sono elementi ciclici correlati ad elementi sia ambientali (ciclo luce-buio) sia a fattori fisiologici che sincronizzano l’uomo con l’ambiente che lo circonda, che creano un assetto mentale negativo. Questo assetto mentale aumenta l’attività cerebrale perché il corpo è chiamato ad una continua attività di vigilanza e di risposta a scapito del momento di riposo rigenerante. Di conseguenza aumentano i livelli di cortisolo.

6) non consumare alcol, caffè o bevande contenenti caffeina o sostanze stimolanti alla sera;

7) cura la tua alimentazione prima di andare a letto 

8) dedicati a delle buone abitudini prima di andare a letto

9) evita di fare bagni caldi o docce bollenti immediatamente prima di coricarsi (un bagno caldo poco prima di dormire fa rilassare la muscolatura, ma si oppone al fisiologico abbassamento della temperatura corporea delle ore notturne (come descritto nel punto 3)

 

Nel punto 8 possono inserirsi le beauty routine cosmetiche che allo stesso tempo possono essere alleati per la tua bellezza.

Gli scettici affermano che i cosmetici consigliati per la notte siano solo una scusa per vendere più prodotti.

In realtà la beauty routine serale è quell’abitudine che rilassa la mente e il corpo prima di andare a dormire e favorisce allo stesso tempo il meccanismo di riparazione della pelle: i prodotti specifici per la sera assolvono a questo compito perché generalmente sono più ricchi come texture e sono caratterizzati da ingredienti utili a contrastare le rughe e la disidratazione perfezionando il lavoro di produzione di collagene e fibre elastiniche – le maggiori protagoniste del turgore della pelle e dei tessuti – che avviene di notte.

Inoltre durante le ore notturne è più semplice reintegrare le perdite subite a livello cellulare a seguito della formazione di radicali liberi e durante le fasi di smaltimento di scorie e impurità.

Il consiglio di utilizzo di alcuni prodotti diversi da quelli usati di giorno nasce inoltre dalla necessità di evitare reazioni avverse: è l’esempio delle creme e dei sieri schiarenti molto spesso formulati con un mix di acidi fotosensibilizzanti che potenzialmente macchiano la pelle se esposta al sole.

I gesti top della sera che ti consiglio sono:

  • Detergi il viso per liberarlo dalle impurità;
  • Usa una crema o un siero utile alle tue necessità per aiutare la pelle a ripararsi;
  • Spazzolati su viso e corpo prima del riposo: pelle e sistema nervoso sono profondamente connessi perché originano dalla stessa matrice embrionale (foglietto embrionale). La spazzolatura oltre a riattivare la circolazione ha effetti diretti sul sistema nervoso e concilia il rilassamento e quindi un buon riposo.
Staff
Staff

È il momento di farti un regalo! Ricevi gratis il Beauty Magazine, 3.000 mamme lo hanno già fatto!

Professioniste dell’estetica e del benessere del Mommy’s Beauty Lounge ti terranno sempre aggiornata sulle novità e i consigli più utili per te! La bellezza non può attendere! 

rivista mommy's institute